venerdì 31 marzo 2017

Una vittoria per Franceschini, solito disastro per Raggi

G7 Cultura: Firenze è culla dell’arte mondiale mentre Roma perde l’Agenzia Europea del Farmaco. Tra le minacce al patrimonio culturale non è menzionata Virginia Raggi.



Ori, stucchi, mosaici rinascimentali, il Maestro Riccardo Muti che dirige l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino: la bellezza va in scena. I ministri della cultura di Francia, Germania, Canada, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito,  riuniti a Firenze firmano una dichiarazione per salvare il patrimonio culturale da terrorismo e calamità naturali. Non è menzionata Virginia Raggi.




Trascurata la minaccia a 5 stelle sul patrimonio dell’umanità dei monumenti di Roma. Nell’immagine ecco lo stato di grave incuria e sporcizia in cui versa l’ingresso al Palatino da via San Gregorio vista Colosseo. Immagini postate da Riprendiamoci Roma. Luoghi visitati al giorno da migliaia di turisti.

Via San Gregorio vista Colosseo  su Riprendiamoci Roma


Incredibile dimenticanza dal ministro della cultura Dario Franceschini, il ministrostar che ottiene il 62% delle preferenze degli italiani secondo il sondaggio di Piepoli La Stampa pubblicato ieri.

L’uomo che compì il miracolo, riconoscere che di carta o digitale un libro è un libro e le tasse devono essere le stesse. L’uomo che sfidò le lobby cartacee e abbassò l’iva sugli ebook dal 20% al 4%, l’uomo che sfidò i lettiani e diede al PD una spina dorsale nel mantenere in sella il suo leader Matteo Renzi. L’uomo che sfidò la burocrazia delle soprintendenze, l’uomo che spedisce ogni mese decine di migliaia di italiani al museo gratis con la giornata domenica al museo.

Nemmeno il ministrostar Franceschini è senza fallo. Dimentica infatti di inserire la minaccia 5 stelle tra quelle gravanti sul patrimonio culturale italiano.



Riusciranno le pietre di Roma, già prostrate da Unni e Lanzichenecchi, a superare lo shock di avere le schiappe a 5 stelle al governo della città?

In questi giorni di ordinaria spazzatura, Roma perde ancora dei pezzi per l’incuria di Virginia Raggi: nello specifico, la possibilità di essere la capitale europea del Farmaco. E la candidatura passa a Milano.

Peccato, soldi freschi che se ne vanno e posti di lavoro in meno. La schiappa a 5 stelle colpisce ancora.


Monica Montanari





Fonti e Documenti

Degrado romano su Riprendiamoci Roma
Franceschini piace agli Italiani sondaggio su La Stampa
Sulla riforma Franceschini dei Beni Culturali e le soprintendenze si veda Tramatlantico
Sulla agenzia del farmaco che poteva arrivare a Roma si veda l’AGI
Ti è piaciuto l'articolo?