mercoledì 25 gennaio 2017

Ministero della Verità? Intanto M5S recita… una preghiera!

M5S su Twitter, ritornelli ossessivi : "il sogno di Gianroberto sta diventando realtà"






L’istituzione del “Ministero della Verità” arriva ormai 20 giorni dopo la proposta grillista di una “giuria popolare” con lo scopo di scremare il vero dalla bufala.  Deputati e attivisti sono ora chiamati a rispettare la linea di partito anche nelle dichiarazioni pubbliche, social compresi.

Tuttavia la scelta grillista di tenere a bada l’eterogeneo gruppo M5S sta dando esiti, se non altro, ridicoli.

Se la ripetitività degli “amen” twittati in successione sul profilo di Radio Maria ci aveva fatto ridere, trovarla tra i seguaci di Grillo ci preoccupa un po’.

Così su Twitter - con l’hashtag #Russeau  ben posizionato tra i trend - troviamo l’ossessivo ritorno di cinguettii dal medesimo contenuto:

“il sogno di Gianroberto sta diventando realtà”,
“il sogno di Gianroberto sta diventando realtà”,
“il sogno di Gianroberto sta diventando realtà”…

La litania Grillina prosegue incessante: fedeli, più che attivisti, si rimpallano il tweet.

Chissà se questa omogeneità è il primo risultato visibile del “Ministero della Verità”.  Quasi per la paura che differenziandosi si rischi il cilicio.

Chissà se la piattaforma Rousseau beneficerà di tante preghiere.

Nel frattempo noi aspettiamo di vedere se anche a Grillo salteranno i nervi come ai ben più pii twittatori di Radio Maria che al al duecentesimo “amen” si sono trovati a dover dire un sonoro “BASTA!”.


   Valda Montanari




Ti è piaciuto l'articolo?



Leggi i nostri articoli su Beppe Grillo