domenica 22 gennaio 2017

Perchè serve il cambiamento: burocrazia uguale irresponsabilità

L'email inascoltata di Rigopiano, la dimostrazione di un'Italia bloccata dalla burocrazia, la solita Italia. L'Italia che quelli del "no" non hanno voluto cambiare.






Agghiacciante come una lettera dell'altro mondo, le macerie del quarto terremoto dell'Aquila rivelano la richiesta d'aiuto dell'hotel sulle pendici del Gran Sasso.

Ora c'è ben poco di cui meravigliarsi. Di cosa ci stupiamo?

Tutta la migliore volontà del mondo, la generosità delle maestranze all'opera, la professionalità della Protezione Civile non possono porre rimedio all'inerzia della burocraizia, alla sua farraginosità, all'abitudine di non prendere mai un'iniziativa per il timore di essere poi chiamati a risponderne.

Ci voleva e ci vuole una riforma che inoculi nel sistema il principio della responsabilità oggettiva e senza pretendere di prevedere tutto, lasci discrezionalità agli amministratori salvo tenerli responsabili per le conseguenze del proprio operato.

Basta. Cambiare si deve.



Monica Montanari



Ti è piaciuto l'articolo?