domenica 19 febbraio 2017

Emiliano a cena con Berlusconi: l'ultimo scempio della nostra bandiera

Come avrete scoperto svegliandovi e dando un’occhiata ai giornali alla vigilia dell’Assemblea Nazionale che dovrebbe decretare l’uscita dal PD dei politici del “No”, Michele Emiliano ha incontrato Silvio Berlusconi a cena la scorsa settimana.
Ritorno al socialismo, pugni alzati ieri al teatro Vittoria del Testaccio a Roma, alla convention sinistrissima dei politici del “no” in fuoriuscita dal PD in nome e per conto degli ideali novecenteschi traditi. Ma Bandiera Rossa stecca, segno che il direttore della banda tanto di sinistra non è.



Michele Emiliano è andato a cena con Berlusconi, la scorsa settimana. Primo atto della banda dei quattro, cenetta con l’uomo che ha messo sotto scacco la democrazia in Italia per quasi vent’anni.

Ok, alla luce degli ultimi eventi, CGIL e magistratura, probabilmente non avrebbero comunque consentito a Berlusconi di risanare l’Italia. Ma, oh, ragazzi - come direbbe Bersa -, Berlusconi ha distorto cinque legislature prima con il semplice fatto di possedere personalmente tre emittenti televisive nazionali e poi imponendo il cosiddetto Porcellum pianificato per impedire la vittoria degli avversari al Senato. Berlusconi ha fatto un vero e proprio golpettino per come possono esservene in una democrazia inserita nel contesto europeo.



Dico… Il primo atto della banda dei quattro è andare a cena con questo? A giudicare dal mattino, accidenti quanto si presenta sbiadito il sole dell’avvenire.

Se possiamo consentire a un Renzi di aver civettato* con Berlusconi perché gli serviva sfondare al centro e metterci in mano un’Italia che funziona, come si inquadrano queste uscite di sedicenti rivoluzionari?

Viene schifo  a rispondere chiaro e tondo, schifo per quanto è banale. Vogliono posti in lista, vogliono garantiti seggi parlamentari. I grillisti direbbero che vogliono “la poltrona”.




I fuoriusciti non ci hanno risparmiato l'ultimo scempio: la bandiera rossa usata come tovaglia per apparecchiarvi piatti e bicchieri.

Monica Montanari



* Renzi nel 2010 fu messo sulla graticola per aver incontrato Berlusconi, questo in veste di Presidente del Consiglio, e lui, Renzi, in veste di Sindaco di Firenze. Ci era andato a chiedere fondi per la città: un incontro in veste istituzionale con finalità chiare.



Fonti

Diretta streaming Assemblea Nazionale PD Parco dei Principi Roma 19 febbraio 2017
Cena Emiliano Berlusconi su il Corriere della Sera, articolo di Francesco Verderami

Ti è piaciuto l'articolo?