domenica 26 febbraio 2017

Riparte questo futuro? Una domanda per Renzi

Gioco delle tre carte a 5 stelle sul lavoro. Ma senza crescita quale lavoro? 13 milioni di elettori chiedono con Padoan riforme strutturali e linearità.





In questi giorni, dopo una missione a Bruxelles e a Parigi, il ministro dell’Economia si è reso conto che a Bruxelles il no al referendum ha lasciato il segno, ha rappresentato un colpo all’immagine di un’Italia proiettata su un cambiamento accelerato e da quelle parti la possibile «gelata» delle riforme strutturali fa paura, molta più paura di un punto di Pil in più o in meno. «Il nostro problema - ha spiegato Padoan - non è tanto la correzione di aprile, ma se siamo in grado di ripartire con una strategia di riforme incisive». La Stampa 26 febbraio 2017

Parole sante Mister Padoan, così mitteleleuropeo nella enne finale e nei contenuti del suo appello. Siamo con lei perché i tredici milioni di Sì cercano da Renzi una rassicurazione: ma questo futuro riparte? E come riparte senza riforme e senza crescita? Con le promesse sul lavoro? 60 anni di Cassa del Mezzogiorno ce lo dicono bello chiaro: quel tipo di provvedimenti fanno calmierazione sociale e fanno voti ma non fanno crescere.



Il lavoro questo sconosciuto è la big star di questa primavera anticipata che sembra sempre più campagna elettorale.
A parte le ovvietà dei cosisti rossi, - oggi DP, che auguri e figli maschi ora parliamo di cose serie - ,  al lavoro - o meglio al reddito garantito-  si applica a ritmi costanti il M5S che oggi pubblica sul blog un rissunto del Musk pensiero. Sì quel medesimo Elon Musk che loro leggono e riassumono e Renzi è andato a incontrare di persona in California.

Il senso dell’intervento sul Blog di Grillo sembra essere quello di voler ricondurre a formula dubitativa la quesitone reddito, o lavoro, di cittadinanza.  I grillisti sembrano voler sottolineare che Musk non ha sconfessato il reddito di cittadinanza da sempre sostenuto dai 5 Stelle.

Excusatio non petita accusatio manifesta: viene il dubbio che i 5 Stelle abbiano forzato in passato le affermazioni dei loro guru a scopo elettorale: come a dire che promettere reddito è più accattivante che non promettere lavoro.




Non ci sorprenderebbe ma ci dà un motivo in più per esortare Matteo Renzi a muoversi sui propri temi, a portare a casa i tredici milioni di sì. Ripartiamo con il futuro e facciamolo davvero.


Monica Montanari







Fonti e Documenti

Padoan e le riforme su La Stampa
Ti è piaciuto l'articolo?