sabato 11 marzo 2017

Sabato mattina al Lingotto le proposte per il lavoro

Cosa ti sei perso nella mattina di sabato.
Andando al sodo, idee del Lingotto per il futuro spiegate da deficiente a deficiente. Cosa sono Fab Lab, la Piazza dei Mestieri e Goel.





La speranza


Questa mattina al Lingotto hanno portato la propria testimonianza innovatori e imprenditori che ci hanno parlato di iniziative virtuose capaci di aumentare la produttività di sistema e sciogliere i nodi sociali del lavoro.

Si tratta di iniziative nuove,  modi nuovi di fare cose vecchie e farle in modo meno costoso per i privati perché entrano in gioco fondi pubblici sia nazionali che europei e sponsorizzazioni di enti, fondazioni e istituti di credito. La loro finalità è produrre lavoro e posti di lavoro.



Esempi:

Fab Lab


Filosofia
Far crescere nuovi modi di produrre mettendo in comune e mezzi conoscenze avanzate.

Chi paga?
Centri con macchinari digitalmente avanzati a disposizione di piccoli imprenditori e artigiani. Vuoi accedere all’uso di macchinari sofisticatissimi che per te sarebbero proibitivi? Vai al Fab Lab della tua città, paghi un pochino - ma poco - per utilizzare il tal macchinario sofisticato tipo stampante 3d che trovi nel laboratorio. In più Fab Lab ti aiuta a usare il tal macchinario, ti insegna e coopera  nell’impostazione digitale del lavoro. Tu accedi a macchinari d’avanguardia e conoscenze nuove a costo basso perché su questa iniziativa confluiscono anche fondi pubblici nazionali ed europei e sponsorizzazioni da parte di categorie, fondazioni e mondo bancario.


La piazza dei mestieri


Filosofia 

Il modo nuovo per fare i mestieri tradizionali, conoscenze da sviluppare in parallelo allo studio.

Chi paga?

Sono laboratori e reti di imprese dove imparare a fare dei mestieri e costruire anche le relazioni professionali che potranno sfociare in rapporto di lavoro stabile. Il corso professionale lo paghi poco perché su questi corsi di formazione convergono fondi pubblici nazionali ed europei e sponsorizzazioni da parte di categorie, fondazioni e mondo bancario. In questo caso entrano in gioco anche gli imprenditori che trovano e pagano apprendisti.




Cooperative sociali Goel


La filosofia 

Goel ha studiato la rete di potere ndranghetista e l’ha copiata mettendoci dentro valori virtuosi.
La ndrangheta e alcune logge massoniche deviate hanno creato una rete in cui ti trovano lavoro a fronte di voti e poi usano i voti per accedere a risorse pubbliche e controllo su nuovi posti di lavoro.
La risposta di Goel è stata l’istituzionalizzazione. Una rete l’hanno costruita anche loro fondata su parametri rigidamente etici, alla base della quale non c’è l’assoggettamento e la clientela ma la coscienza dei diritti. Un'etica efficiente che ha il vantaggio di remunerare molto meglio i fattori di produzione rispetto alla rete fondata sul malaffare. Insommai i calabresi che collaborano con Goel hanno prodotti e servizi pagati meglio.
Chi trova lavoro e sviluppo lo fa a partire dalla coscienza dei propri diritti, lo fa attivandosi e non supplicando.
Oggi Goel è moltissime cose e penetra il tessuto formativo e produttivo calabrese.

Chi paga?

Paga il ragazzo disposto a lavorare in modo cooperativo e a investire sul proprio futuro, paga il consumatore disposto ad acquisire beni e servizi dando un valore al contenuto etico, pagano sostenitori pubblici e privati.




Ti è piaciuto l'articolo?